Terzo webinar gratuito (31.03.20 – 16:30) – Nuove quotidianità

Routin contro nuove abitudini azzurro

Nuove quotidianità

Vivere e coltivare le relazioni, anche se a distanza

Dopo il secondo appuntamento di venerdì scorso siamo pronti per un nuovo incontro online che avrà luogo domani, martedì 31 marzo, sempre alle 16:30.
Il titolo del progetto “Cosa significa la convivenza forzata h24 e come affrontarla” aggiunge un altro tassello.

Ormai è trascorso un mese da quando è iniziata l’emergenza del coronavirus, e da settimane siamo costretti ad un isolamento al quale non eravamo assolutamente preparati. L’impossibilità a spostarci e ad incontrare le persone della nostra vita ha però portato ad una sorta di timore anche verso quei contatti che non costituiscono un pericolo, ma che anzi potrebbero alleggerire la percezione della solitudine: qualche telefonata in più, magari con l’uso delle videochiamate, o due chiacchiere con qualche vicino, sia pure a debita distanza. Siamo in isolamento, ma le relazioni non sono sospese: dobbiamo cercare modi diversi per non perdere il filo delle nostre vite, che riprenderanno nella normalità a fine emergenza.

Ci ritroviamo domani con Marzia Del Negro e Laura Mullich.

Il webinar è aperto a tutti ed è gratuito

LA CORDATA vuole essere vicina alle famiglie utilizzando gli strumenti tecnologici a disposizione (non potendo al momento incontrare fisicamente le persone). Puoi partecipare a questo webinar gratuito inviando nome e cognome e e-Mail a: tullio.fragiacomo@outlook.com. Dopo poco riceverai una e-Mail con le istruzioni per accedere alla piattaforma che useremo per questo appuntamento.

L’apertura della “sala riunioni”, dove ci ritroveremo, avverrà 15 minuti prima dell’inizio ufficiale allo scopo di permettere l’ambientamento.

Domande e delucidazioni sempre all’indirizzo e-Mail riportato poco sopra. Usando la piattaforma Zoom dovrai scaricare una piccolissima applicazione.

Non ti preoccupare se si accompagnerà a CiscoWebex, pensiamo che per un po’ potresti aver bisogno di entrambi.
Abbiamo un limite massimo di iscritti pari a 100. Se ci fossero ulteriori richieste provvederemo a ripetere l’evento il giorno 28.

1 Commento

  1. Rossella

    Che peccato… l’ avessi saputo prima…

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *